Riflessioni

Odio i cani. Sono un pessimo essere umano?

Titolo importante, penserai. Decisamente. Non caricaturato però. Odio effettivamente i cani o, molto più probabilmente, l’idea, la percezione, la realtà che tu mi offri di loro. Tu con il tuo compagno da passeggio, col tuo migliore amico, con il tuo bastone per la senilità. Ci ho riflettuto molto spesso, credimi. Non ho però ancora trovato un motivo valido per doversi mettere sulle spalle quella responsabilità per ricevere una scodinzolata in cambio.

Bambino a metà tra angelico e demoniaco

Bambini: Parassiti o Doni Divini?

Sì, hai letto bene. Il titolo mette in discussione ciò che per te sembrerà un vero e proprio dato di fatto inamovibile: i bambini sono, o meno, delle creature meravigliose e dolcissime? Certo che lo sono: la cosa più bella che la natura ci affidi ogni qual volta una donna più che egoista, se non folle, decide di dire che lo sia. Pongo in primo piano le donne perché, in questo specifico caso, sono loro ad essere le padrone della vita.

Compromesso

Perché il compromesso sembra la soluzione quando è il problema.

Vanessa: «A me piace più rosso, perché non prendiamo quello?». Filippo: «no, rosso proprio no, non lo voglio assolutamente». Vanessa: «allora prendiamolo bianco, a me sta bene, a te un po’ piace, che ne pensi?». Classico dialogo che si manifesta nel 100% delle coppie almeno una volta nella vita. Prenderò in esame questo caso e non gli altri che riguardano l’amicizia, la famiglia, la semplice conoscenza con qualcuno o, addirittura, l’incontro fortuito (o meno a seconda dei casi) con un essere umano qualunque. Cosa ti crea dentro la conversazione sopra? Se ci rifletti, senti qualche fastidio o stortura?

La sfida è con gli altri o con se stessi?

Ti è mai capitato di sentirti sminuito di fronte al racconto riguardante le grandi gesta eroiche compiute da un tuo amico, conoscente, parente? Oppure di avvertire quel senso di mancanza, di piccolezza nel trovarsi «fermi» a guardare gli altri riuscire, mentre tu sei sempre immobile, fisso sulle tue stesse orme impresse nella storia dalla tua nascita, senza che nulla in te sia cambiato? Ti sei mai chiesto il perché? Io sì.

Gelosia: Possessività Razionale o Prepotenza Infantile? 

Immagina di passeggiare insieme alla tua ragazza, in una bella serata d’estate, quando è abbastanza semplice incontrare ragazze costruite, ben truccate, scoperte ed essere leggermente catturato dalla loro bellezza. In lontananza, sempre mentre parlate di cose molto noiose che riguardano i rapporti dei suoi amici, o semplicemente il grande accadimento successo alla zia della sorella della nipote, intravedi una ragazza avvicinarsi.

Torna in alto

Se vuoi leggere nella mia testa

Iscrivendoti, accetti di ricevere e-mail da Corrado Luberti. Per i dettagli, puoi leggere la privacy policy.